Notizie Libertas Cassa Rurale Cantù

Le luci del sabato sera non sorridono al Pool Libertas Cantù: Ortona passa 3-1

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

SIECO SERVICE ORTONA 3

(20-25, 25-22, 14-25, 20-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Reggio 2, Poey 17, Cominetti 15, Maiocchi 4, Monguzzi 8, Frattini 5, Butti (L1), Regattieri, Gasparini, Mazza 1, Rudi (L2). NE: Suraci. All: Cominetti, 2° All: Redaelli (battute vincenti 2, battute sbagliate 20, muri 7).


SIECO SERVICE ORTONA: Pedron 2, Marks 20, Bertoli 15, Ottaviani 9, Simoni 7, Sesto 7, Toscani (L1), Carelli, Astarita 2. N.E.: Salsi, Del Fra, Menicali, Pesare (L2). All: Lanci, 2° All: Costa (battute vincenti 4, battute sbagliate 15, muri 11).

 

Arbitri: Gianfranco Piperata (Bologna) e Simone Cavicchi (La Spezia)

Addetto al videocheck: Riccardo Canali

 

Le luci del sabato sera non sorridono al Pool Libertas Cantù, che in casa quest’anno non ha ancora vinto. Ne approfitta la Sieco Service Ortona, fresca di eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Sarca Italia Chef Centrale Brescia, e porta a casa i 3 punti che la confermano al secondo posto alle spalle della Emma Villas Aubay Siena.

Coach Luciano Cominetti butta subito nella mischia il nuovo acquisto Riccardo Reggio, con Raydel Poey opposto, Roberto Cominetti e Matteo Maiocchi schiacciatori, Dario Monguzzi e Alessandro Frattini centrali, e alterna Luca Butti come libero di ricezione con Gabriele Rudi come libero di difesa. Coach Nunzio Lanci recupera Christoph Marks per tutto il match, in diagonale con Matteo Pedron, con Matteo Bertoli e Giuseppe Ottaviani schiacciatori, Nicola Sesto e Michele Simoni centrali, e Alessandro Toscani libero.

Primo set con Ortona che scatta subito avanti 0-5. I canturini non riescono a reagire, e divario aumenta (3-10, 4-13). Poey suona la carica e il divario tra le squadre diminuisce, con Coach Lanci a chiamare time-out (10-15). Altro strappo esterno con Bertoli e Marks con Coach Cominetti a fermare il gioco (13-21). Al rientro in campo i canturini provano a rosicchiare qualche punto (16-21), ma è troppo tardi. Chiude un errore al servizio di Poey (20-25).

Nel secondo set è il Pool Libertas a lanciarsi avanti subito 0-6. I canturini provano a controllare il vantaggio respingendo gli attacchi della Sieco. Lentamente ma inesorabilmente, però, gli abruzzesi rientrano e pareggiano a quota 16, con Coach Cominetti a fermare il gioco. Al rientro in campo i canturini piazzano un parziale di 3-0 che sarà decisivo. Un’invasione del muro di Ortona ed è parità nel conto set (25-22).

Nel terzo set la Sieco Service strappa subito (3-5). Da lì il Pool Libertas non riuscirà più a recuperare e pareggiare i conti, aumentando sempre più la distanza con gli avversari. Chiude un attacco di uno scatenato Marks (14-25).

Partenza a razzo della Sieco Service nel quarto set (1-5). Sarà già lo strappo decisivo, con i canturini a rincorrere, riavvicinarsi (8-11), ma mai a pareggiare. Chiude set e match una veloce out di Mazza (20-25).

Queste le parole di Coach Luciano Cominetti a fine partita: “In questa partita volevamo dimostrare di poter fare bene davanti al nostro pubblico. Purtroppo non ce l’abbiamo fatta, anche perché non è facile fare subito risultato con un cambio in un ruolo cardine come quello del palleggiatore. Non possiamo, però, aspettare più di tanto: noi metteremo in campo tutto per permetterci di non lasciare niente al caso. Riccardo (Reggio, ndr) si è comportato bene nelle prime fasi, per poi calare leggermente nel finale. È con noi solo da una settimana, però ho visto dei buoni segnali che fanno ben sperare. Abbiamo ancora 8 partite da giocare: vincerle tutte sarà impossibile, ma dovremo cercare di fare di tutto per portare a casa più punti possibile per avvicinarci sempre più alla salvezza. Sarà un cammino durissimo, ma la speranza è l’ultima a morire”.

Leave a Reply