Notizie Libertas Cassa Rurale Cantù

La Synergy Mondovì passa solo al tie-break contro il Pool Libertas

Il Parini di Cantù ieri ha ospitato il secondo allenamento congiunto tra Pool Libertas e Synergy Mondovì. I monregalesi si sono imposti anche in questa occasione al quinto set, ma buoni segnali dai canturini per il loro Coach.

Coach Luciano Cominetti schiera Mirko Baratti in regia, con Raydel Poey opposto, Roberto Cominetti e Matheus Motzo in banda, Dario Monguzzi ed Alessandro Frattini al centro, e Luca Butti libero. Già nel secondo set ha iniziato i cambi per provare tutti i giocatori, e poi chiudere nel quinto e decisivo set con una formazione completamente diversa rispetto a quella di partenza.

Il primo set inizia subito in salita per il Pool Libertas, con i monregalesi che prendono qualche punto di vantaggio che porteranno fino alla fine. Secondo set di marca canturina, con i padroni di casa che prendono 3 punti di vantaggio per poi difenderli fino alla fine. Terzo set ceduto dai canturini solo nel finale, dove, complice l’infortunio a Luca Butti, la serie al servizio di Kadandov risulta decisiva. Quarto set tutto di marca piemontese, e quinto lottato punto a punto fino alla fine, con i canturini ad imporsi ai vantaggi.

Top scorer ancora Raydel Poey, con 17 palloni a terra, seguito a ruota da Roberto Cominetti con 15 punti e il 52% in attacco. Miglioramenti a muro, con 10 muri vincenti (3 di Motzo), ma leggera flessione in ricezione (59% positiva) complice anche l’infortunio di Luca Butti, che l’ha tenuto fuori a partire dal terzo set. Battuta meno incisiva rispetto all’ultimo allenamento congiunto (5 ace a fronte di 24 errori).

Siamo partiti con poca attenzione nel primo set – commenta Coach Luciano Cominetti –, soprattutto per quanto riguarda alcuni palloni caduti per nostra disattenzione. Siamo andati sotto subito, abbiamo dovuto inseguire e non siamo più riusciti a recuperare. Nel secondo set siamo partiti con la giusta attenzione, è stato difficile perché loro in contrattacco si sono dimostrati pesanti, ma noi siamo stati più aggressivi. Il terzo set è stato giocato alla pari fino a metà, per poi fare alcuni errori di troppo che hanno permesso l’allungo agli avversari. Nel quarto e quinto set ho fatto giocare tutti, vincendo l’ultimo ai vantaggi, e sono contento di quello che ho visto. Sono certo che abbiamo un organico competitivo, i test che abbiamo fatto sono buoni, ma non ci voleva l’infortunio a Butti, che si aggiunge al problema di Mirko (Baratti, ndr)”.

Leave a Reply