Notizie Libertas Cassa Rurale Cantù

Pool Libertas, esordio con vittoria: Mondovì espugnata 3-1

SYNERGY ARAPI F.LLI MONDOVI’ 1

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

(15-25, 18-25, 25-19, 23-25)

SYNERGY ARAPI F.LLI MONDOVI’: Pistolesi 1, Morelli 16, Borgogno 10, Kollo 7, Treial 9, Biglino 10, Fusco (L1), Terpin 4. N.E.: Spagnuolo, Bosio, Garelli, Buzzi, Spiga (L2). All: Fenoglio, 2°all: Salvi (battute vincenti 3, battute sbagliate 15, muri 8).

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Santangelo 24, Preti 18, Cominetti 17, Frattini 1, Robbiati 11, Butti (L1), Alberini, Monguzzi 3. NE: Suraci, Gasparini, Danielli, Pellegrinelli, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all: Redaelli (battute vincenti 7, battute sbagliate 16, muri 11).


Arbitri: Fabio Bassan (Brescia) e Lorenzo Mattei (Macerata)

Addetto al videocheck: Antonio Mazzarà

 

Il rientro ai play-off del Pool Libertas Cantù dopo 3 anni di assenza coincide con una vittoria per 3-1, nella quale i canturini hanno fatto vedere ottime cose in battuta e in attacco con il 66% di squadra. La Synergy Arapi F.lli, dopo un inizio non incisivo, reagisce mettendo in difficoltà gli ospiti e riuscendo quasi a portare il match al quinto set. Decisiva un’invasione di Terpin confermata dal videocheck.

Coach Luciano Cominetti deve ancora rinunciare a Capitan Dario Monguzzi, quindi in campo Alessandro Frattini in diagonale con Gabriele Robbiati, con Mirko Baratti in regia, Andrea Santangelo opposto, Roberto Cominetti ed Alessandro Preti schiacciatori, e Luca Butti libero. Coach Marco Fenoglio risponde con Matteo Pistolesi opposto all’ex di turno Michele Morelli, Kristo Kollo e Luca Borgogno in banda, Omar Biglino e Henri Treial al centro, e Pasquale Fusco libero.

Nel primo set il Pool Libertas scappa subito 1-5 grazie a un buon turno in battuta di Frattini, e Coach Fenoglio ferma il gioco. I canturini battono bene, e il vantaggio aumenta grazie a un ace di Robbiati (4-11). Santangelo mura Terpin per il 6-14. Due attacchi di Preti, e Coach Fenoglio chiama il suo secondo time-out (8-17). Nel finale di set i brianzoli sono bravi a gestire il vantaggio, e chiude un attacco mani-out di Santangelo, che terminerà il match con il 70% in attacco, sul punteggio di 15-25.

Il secondo set comincia come era finito il primo, con gli attaccanti di palla alta canturini che guidano la squadra avanti (0-4 e 2-7). Cominetti non sbaglia in attacco (chiuderà con il 75%), ed è 6-12. Borgogno attacca out, e Coach Fenoglio chiama time-out (7-15). La Synergy Arapi F.lli resta a galla, riesce a recuperare qualche punto, ma un Cominetti quasi perfetto mette a terra l’attacco che consegna il set ai suoi (18-25).

Nel terzo set la Synergy Arapi F.lli entra in campo decisa a ribaltare la situazione, e si porta 8-4, costringendo Coach Cominetti a chiamare il suo primo time-out del match. Il Pool Libertas, però, non si disunisce e torna sotto (10-8). Un paio di errori ospiti, e Mondovì torna a +5 (14-9). Il divario tra le squadre non dimunisce, e Coach Cominetti ferma di nuovo il gioco dopo un errore in ricostruzione dei suoi (19-14). Al rientro in campo, però, il Pool Libertas non riesce a colmare il gap con gli avversari, e una battuta in rete di Preti consegna il set ai piemontesi (25-19).

Il quarto set inizia con le due squadre che lottano palla su palla, con il punteggio in equilibrio fino ai due muri consecutivi di Capitan Monguzzi che lanciano il Pool Libertas avanti. Coach Fenoglio ferma il gioco (6-8). Al rientro in campo Mondovì, però, non molla ed è parità già a quota 9. Si continua a lottare palla su palla fino al turno in battuta di Preti, devastante per la ricezione monregalese, che porta i canturini avanti 12-17. La Synergy Arapi F.lli reagisce immediatamente, e un muro di Biglino su Robbiati li porta a -1, con Coach Cominetti a chiamare time-out (22-23). Quando il set sembra sulla strada dei vantaggi, un’invasione di Terpin confermata dal videocheck consegna set e match ai canturini (23-25).

Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Abbiamo fatto una partita di altissimo livello. Abbiamo battuto benissimo e lavorato bene a muro. Nei primi due set sono stati muro e difesa a fare la differenza, uniti a un servizio fortissimo. Nel terzo set siamo un po’ calati al servizio, loro hanno iniziato a fare qualche primo tempo in più, e noi li abbiamo aiutati facendo qualche errore di troppo nella fase di cambiopalla. Il quarto set è stato punto a punto fino al 12 pari, poi siamo scappati via. Loro sono stati bravi a raggiungerci nel finale, grazie anche a delle fatalità. Siamo stati bravi a chiudere, abbiamo lavorato con meticolosità e questo ha fatto la differenza. Siamo stati molto attenti alle loro risorse in attacco, e siamo riusciti a contrastarli bene”.

Leave a Reply