Notizie Libertas Cassa Rurale Cantù

Il Pool LIbertas ferma la corsa della capolista

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 1
(25-9, 25-20, 23-25, 25-22)
POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 3, Caio 16, Ricardo 22, Cominetti 13, Monguzzi 12, Robbiati 11, Butti (L1), Piazza, Olivati, Suraci. NE: Danielli, Frattini, Arnaboldi (L2). All: Cominetti, Ass: Redaelli.
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Pedron 2, Mochalski 20, Cernic 13, Shavrak 7, Festi 2, Piscopo 4, Bonami (L1), Crò, Della Rosa, Buzzelli 3, Calonico 3, Sorgente. N.E.: Seveglievich. All: Montagnani, Ass: Martilotti
Arbitri: Giuseppe Curto di Gorizia e Emilio Sabia di Potenza
Addetto al videocheck: Riccardo Canali
Il Pool Libertas Cantù si impone per 3-1 nel turno infrasettimanale giocato al Parini di Cantù, e ferma la corsa della capolista Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, che non riesce a ripetere la bella prova di domenica.
Entrambi i Coach schierano le formazioni annunciate. Coach Luciano Cominetti parte con Baratti palleggiatore, Caio opposto, Roberto Cominetti e Ricardo in banda, Monguzzi e Robbiati al centro, e Butti libero. Coach Montagnani fa scendere in campo Pedron in diagonale con Mochalski, Cernic e Shavrak schiacciatori, Piscopo e Festi centrali, e Bonami libero
La partenza di Monguzzi e compagni è fulminante, e Coach Montagnani ferma subito il gioco (6-2). Al rientro Robbiati alza il muro ed è 10-3. Si continua lottando punto dopo punto Ricardo mura Mochalski, e Coach Montagnani chiama il suo secondo time-out discrezionale (16-8). Caio mura Cernic, e il vantaggio interno raggiunge la doppia cifra(18-8). La battuta di Monguzzi continua a fare male alla ricezione laziale (parziale di 10 punti con lui dai 9 metri), e Mochalski non riesce a superare il muro canturino. I padroni di casa dilagano, e Robbiati consegna il primo set point ai suoi. Della Rosa, subentrato a Mochalski nel corso del finale di set, manda out la battuta consegnando il primo set ai
brianzoli (25-9).
L’inizio del secondo set è punto a punto, con il Pool Libertas che prende due punti di vantaggio, e Cernic a impattare (5-5). Si prosegue punto a punto, con nessuna delle due squadre che riesce ad allungare. Un ace di Baratti spezza l’equilibrio, e Coach Montagnani ferma il gioco (17-15). Caio, e poi un altro ace di Baratti, e i canturini provano a scappare, con Coach Montagnani a chiamare il suo secondo time-out discrezionale (19-15). Tuscania prova a rientrare con Cernic, ma è un muro di Baratti sullo stesso schiacciatore goriziano a lasciare il vantaggio interno invariato (23-19). È l’ennesimo muro di Robbati a consegnare il set ai suoi (25-20).
A inizio terzo set è di nuovo la battuta jump flot di Monguzzi a lanciare avanti il Pool Libertas (6-3), ma un errore in attacco di Ricardo e Tuscania torna sotto (7-6). Un errore in attacco di Cominetti e le squadre sono pari a quota 9. Lo stesso schiacciatore bergamasco mura Cernic per il nuovo doppio vantaggio interno (11-9). Cernic riporta sotto i suoi (13-12). Un errore di Ricardo in attacco ed è di nuovo parità a quota 16, con Coach Cominetti a chiamare il suo primo time-out di questo match. Il finale di set è punto a punto, ma è Mochalski a consegnare il primo set point ai suoi (22-24). Coach Cominetti ferma di nuovo il gioco. Ricardo annulla la prima palla set, ed è il turno di Coach Montagnani di parlarci su. Al rientro in campo chiude tutto un lungolinea di Mochalski (23-25).
A inizio quarto set sale in cattedra Cernic, e in un attimo porta avanti i suoi, costringendo Coach Cominetti a fermare il gioco (2-5). Al rientro in campo la Maury’s Italiana Assicurazioni allunga ancora, aiutata da un paio di errori in attacco dei canturini (5-9). Due invasioni dei laziali, e una bella pipe di Ricardo, e il Pool Libertas torna sotto (9-10). Tre errori in attacco dei canturini rilanciano Tuscania, e Coach Cominetti chiama il suo secondo time-out discrezionale (9-14). Il momento no dei canturini continua, e gli ospiti ne approfittano per allungare (9-16 e poi 10-17). Il duo brasiliano fa riavvicinare Cantù, e Coach Montagnani ferma tutto (13-17). La rimonta è quasi completa con due muri consecutivi di Robbiati (17-18). Un attacco mani out di Cominetti ed è parità a quota 20, con Coach Montagnani a fermare di nuovo il gioco. Il turno in battuta di Robbiati è insidioso, e sono due attacchi consecutivi di Cominetti a consegnare set e partita ai suoi (25-22).
Queste le parole di Coach Cominetti a fine partita: “Abbiamo giocato bene nei primi due set, siamo stati molto attenti. Siamo stati quasi eccezionali nel primo set, perché abbiamo preso benissimo a muro. Nel secondo set abbiamo giocato bene, ma loro sono comunque cresciuti. Nel terzo set, purtroppo, abbiamo buttato un po’ troppo i nostri servizi nella parte finale, abbiamo rischiato troppo e hanno avuto ragione loro. Il quarto set ha qualcosa di miracoloso, ma non dimentichiamo che abbiamo già recuperato set che sembravano persi, come contro Gioia del Colle. Questo, però, ha qualcosa di incredibile, perché sotto di sette punti siamo riusciti ad arrivare a pari e poi vincere. Una partita che segna quello che stiamo facendo nella fase di ritorno. Siamo in crescita, stiamo facendo bene, siamo sempre insieme anche nelle situazioni di difficoltà, però riusciamo a uscire da queste situazioni.”

Leave a Reply